Formazione Professionalizzante

L’importanza del settore agroalimentare e la rinnovata presa di coscienza sui vari temi correlati – certificazione, tracciabilità, informazione, promozione – ha in questi anni fatto crescere nuovamente l’attenzione dei giovani intorno al mondo agricolo. In particolare è cresciuta fortemente la richiesta di formazione professionalizzante, con le conseguenti iscrizioni agli Istituti agrari, alle Facoltà di Agraria e ai corsi postuniversitari specialistici. Purtroppo a fronte di questa rinnovata richiesta, accompagnata anche da una crescita occupazionale nel settore – in assoluta controtendenza rispetto ad ogni altro, data la situazione di crisi – non si è manifestata spesso una crescita qualitativa dell’offerta. Certo sono nate esperienze innovative e ricche di fascino, basti pensare all’Università del Gusto di Pollenzo, ma poco si è fatto per fare in modo che la scuola, la formazione professionale e l’università accompagnassero lo straordinario sforzo di innovazione del comparto produttivo agroalimentare. Scommettere sui giovani è invece fondamentale e sarebbe folle non capire che questo settore ha oggi bisogno di imprenditori e operatori esperti e preparati, capaci di innovare e desiderosi di cimentarsi in nuove sfide.

I miei impegni a favore della formazione professionalizzante:

– sostenere il sistema di formazione di base in agricoltura (negli Istituti agrari e nei CFP) garantendo un coordinamento tra il MiPAAF e il MIUR e assicurando che siano sempre garantiti moduli formativi in fattorie didattiche o analoghe strutture sperimentali;

– promuovere la revisione dei piani di studio degli Istituti Agrari e degli Istituti Alberghieri, per garantire lo sviluppo di conoscenze inerenti i prodotti italiani e le loro specifiche caratteristiche;

– garantire la promozione di formazione di alto livello sulle nuove professioni dell’agroalimentare;

– promuovere una nuova idea dell’agricoltura italiana, fatta non di “ritorno al bucolico”, ma di innovazione, ricerca, qualità.



Ritorna in cima alla pagina