Welfare e sanità

Il Welfare è centrale: connota la nostra cittadinanza e la speranza di benessere. In questo momento è un comparto che desta preoccupazione. Ad esempio, sulla previdenza, il 68% degli italiani ritiene probabile che non riceverà una pensione adeguata in futuro (una percentuale che lievita tra i giovani fino al 93%). Questo ingenera ansia e non aiuta la propensione a scommettere sul proprio futuro.

Non dobbiamo arrenderci. Per il lavoro, occorre superare il dualismo tra lavoratori protetti e non protetti, spostare verso i luoghi di lavoro il baricentro della contrattazione collettiva; serve una maggior flessibilità contrattuale, non precarietà lavorativa. Nello stesso tempo però dobbiamo introdurre un sostegno al reddito e favorire l’inserimento nel mondo del lavoro, riformando i centri per l’impiego e strutturando meglio la formazione e l’aggiornamento professionale. In quest’ultimo ambito, dobbiamo avere il coraggio, finalmente, di costruire un sistema integrato scuola / formazione professionale / imprese che valorizzi le ottime esperienze esistenti e assicuri la qualificazione del sistema formativo come risorsa strategica per l’innovazione del Paese.

Welfare

Il Welfare è centrale: connota la nostra cittadinanza e la speranza di benessere. In questo momento è un comparto che desta preoccupazione…

Sanità

Occorre riformare la sanità, migliorare le prestazioni e l’efficacia della spesa, riorganizzare la struttura…

Povertà

Lo Stato, il Terzo settore, il volontariato, il mondo produttivo e datoriale…

Famiglia

Occorre sostenere la famiglia, a partire dal suo autonomo protagonismo. La tradizionale forza della famiglia assume, in questa fase ormai avanzata della crisi economica, una ulteriore rilevanza….



Ritorna in cima alla pagina