Sanità

Sanità per tutti, con minor costi

Occorre riformare la sanità, migliorare le prestazioni e l’efficacia della spesa, riorganizzare la struttura (per esempio riducendo il numero dei dirigenti del Ssn) e semplificare la burocrazia. Vanno ristrutturati i servizi territoriali: l’ospedale deve essere utilizzato per le strette necessità, mentre i territori vanno attrezzati di servizi per le situazioni meno gravi.

Al contempo si deve sviluppare l’integrazione socio-sanitaria riorganizzando dei servizi territoriali di assistenza (da qui la necessità di fissare livelli essenziali minimi anche per le prestazioni assistenziali) per erogare più assistenza domiciliare per i parzialmente sufficienti e i non autosufficienti.

Occorre riequilibrare la spesa tenendo conto delle esigenze e dei nuovi bisogni, procedendo a una riforma dell’assistenza e della cura, coinvolgendo il privato e in particolare il privato sociale. Altresì occorre rilanciare forme di nuovo mutualismo che sappiano includere, ad esempio, i lavoratori impiegati in modo precario.

La non autosufficienza

Occorre riformare il comparto, introducendo la de-tassazione dei servizi alla persona, introducendo agevolazioni per la famiglia con portatore di handicap, assicurando servizi continuativi, riformando la legge per inserimento lavorativo delle persone con disabilità.

Il ricorso all’assistente familiare (che lavori non in nero e sia qualificata) deve essere una opzione; va introdotta la possibilità che associazioni di famiglie o cooperative possano assumere un’assistente per seguire più non-autosufficienti; si deve introdurre il meccanismo dei voucher con cui pagare servizi di cura; integrare il sanitario con il socio-assistenziale per dare risposte più adatte ed economicamente sostenibili. Anche da un punto di vista economico, si devono proporre soluzioni miste in cui la sovvenzione pubblica e il risparmio privato (anche frutto di nuovi meccanismi di mutualismo) possano assicurare il futuro delle persone non autosufficienti.



Ritorna in cima alla pagina